IL LEGAME DEL CAFFE'

Quattro secoli dopo il suo arrivo in Europa il caffè ha davanti un grandissimo futuro. Oggi sono centinaia di milioni di consumatori che ordinano o preparano, più volte al giorno, una tazza di caffè, che può essere espresso italiano o, più spesso fuori dalla Penisola, cappuccino o frappuccino.

Le radici del caffè e quelle dell'uomo si amalgamano nella vita di ogni giorno, non è un viaggio ancestrale, non riguarda l'immaginario, o tantomeno il fantastico e l'impossibile, bensì la vita di ogni giorno. Perchè una tazza di caffè non manca mai nei momenti importanti.

Sono pochi gli alimenti che, come il caffè sono strettamente legati alla vita dell'uomo e al suo contesto socio-ambientale e culturale. Sorseggiando una tazzina di caffè si festeggiano nascite, si celebrano riti di iniziazione e di ingresso nella società adulta, si chiede la mano di una donna o si commemora il passaggio a miglior vita di una persona cara.

Intorno a una tazzina di caffè si concludono affari, si interroga il futuro, si sanano i conflitti e si rinsaldano i legami.

Il legame tra il caffè e l'uomo è profondo e risale alla notte dei tempi, poichè l'uno e l'altro sono apparsi nella stessa zona dell'Africa, quella tra Kenya ed Etiopia. I cammini e le storie si pono poi divise: L'uomo ha conquistato il mondo, il caffè è rimasto nella sua zona d'origine. Difficile muoversi per una pianta endemica del sottobosco. Ma, quando si sono ritrovati, tra l'uomo e caffè è scoccato un grande amore.

E' la patria del caffè, l' Etiopia, dove il caffè è conosciuto da migliaia di anni, ad aver messo a punto una complessa cerimonia legata all'uso della bevanda, un' occasione per socializzare che è molto di più del gesto frettoloso cui leghiamo il risveglio, spesso al bar, prima di andare a lavoro.

Questa cerimonia che risale alla notte dei tempi è un' occasione da non perdere. E' un segno di amicizia, ospitalità e rispetto, sia che l'ospite venga invitato da un etiope nella propria abitazione, casa o capanna, sia che si rechi in un qualsiasi locale che pratica questa tradizione.

Tutto inizia bruciando dell'incenso in un incensiere di coccio accanto al quale l' incaricato della preparazione, in genere una giovane, lava i chicchi di caffè in una ciotola. Poi li tosta in una padellina posta sul braciere, un modo di cottura molto simile a quello usato per tutti gli altri cibi. Quando il fumo si diffonde, cortesia e consuetudine vogliono che venga sospinto con il fiato verso il cliente o l'ospite, in modo che possa assaporarne l'aroma.

Dopo l' infusione il caffè viene servito in tazze senza manico, versato da una piccola brocca. Ogni tazza viene sempre riempita fino all'orlo. Lo zucchero è offerto a parte. E' il momento di sorseggiare. Adagio.

Si tratta di un vero e proprio rito, quasi religioso, che va gustato attimo dopo attimo e che dura da i trenta minuti all' ora intera. Il sapore è molto simile al caffè di casa nostra, forse un pò più leggero. Da ricordare: meglio berne almeno tre tazze perchè la terza, la cosiddetta tazza berekha, è quella della benedizione.

Choose your language

Amministrazione

4.0 Caffè S.c.a r.l.
Viale Porta Pia, 72
72100 BRINDISI

Tel. Fax +39 0831 430059
Cell. +39 373 7669727

Showroom/Magazzino

Via Provinciale per Lecce, 83
72100 BRINDISI

Tel. Fax +39 0831 430059

Cell. +39 373 7669727

 

orari di apertura

lun-ven :

07:00  - 13:00 

15:30  - 18:30 

Contatti:



4.0 CAFFE' S.c.a r.l.
Viale Porta Pia, 72
72100 BRINDISI
 
Tel. +39 0831 430059
Fax +39 0831 430059

Cell.+39 373 7669727
E-mail info@quarantacaffe.com
caffe4.0@libero.it
Partita IVA: 02432800742

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Soc. Coop. 4.0 Caffè - Viale Porta Pia, 72 72100 BR Tel.Fax. +39 0831 430059 M. +39 373 7669727